• Home
  • News
  • Google Mobile-first Indexing, che novità porta?

Google Mobile-first Indexing, che novità porta?

Priorità per i dispositivi mobili di Google – come cambierà la vita del vostro sito da marzo 2021

Google ha spostato ufficialmente la scadenza per la mobile-first indexing, indicizzazione con priorità ai contenuti per dispositivi mobili, a marzo 2021. La scadenza originaria era settembre 2020, ma con molte aziende che hanno dovuto apportare modifiche a causa di COVID-19, Google ha spostato la scadenza per alleviare la pressione. Il motore di ricerca ha espresso la consapevolezza che in questo periodo di incertezza, può essere impegnativo dare al lavoro la stessa attenzione di prima.

Questa è una buona notizia per i siti non pronti per la mobile-first indexing. Tuttavia, è consigliabile dedicare un po' di tempo a capire quali problemi sul vostro sito web creano ostacoli che impediscono a Googlebots di scorrere le vostre pagine. Google ha già affrontato i motivi che possono bloccare i siti dall'indicizzazione mobile precedentemente, ma ci sono nuovi aspetti che sono venuti alla ribalta di recente.

Che cos’è mobile-first indexing

Nel 2016 a Mountain View partirono dei test sulla “indicizzazione con priorità ai contenuti per dispositivi mobili”, che è divenuta poi il sistema adottato da GoogleBot per tutti i siti web nuovi, sia quelli appena messi online che quelli appena emersi nella Ricerca Google.

In poche parole, il bot di Google ora utilizza in prevalenza lo smartphone agent per valutare i contenuti sui dispositivi per l’indicizzazione e ranking, perché la maggior parte degli utenti accede alla Ricerca Google tramite un dispositivo mobile.

Che cosa significa questo cambiamento?

Il mobile first indexing dimostra un cambiamento di pensiero, sia da parte dei consumatori che di Google, riguardo al modo principale di navigare sul web. Il desktop non è più la priorità, l’uso dello smartphone è “esploso” e Google sta rispondendo a questo dato di fatto.

Con il concetto di mobile first, Google predispone le condizioni per rendere la ricerca di informazioni il più veloce e immediata possibile ed è indispensabile quindi dare risalto ai contenuti che meglio rispondono alla consumer mobile experience e assecondino le abitudini degli utenti.

Sempre più ricerche provengono da un dispositivo mobile e per dare a questi utenti un’esperienza migliore, Google aggiorna il suo algoritmo per agevolare sempre più la fruibilità dei contenuti, con particolare attenzione ai mobile results.

E’ tuttavia importante precisare che con il mobile first indexing Google lavora a un unico index con i risultati di ricerca, non crea un indice separato per desktop e mobile, ma si affida principalmente al mobile come suggerisce l’espressione stessa: mobile-first index.

Suggerimenti principali di Google

Nel post di Google che annunciava la proroga della scadenza, ci sono alcuni suggerimenti per prepararsi ai cambiamenti del prossimo anno. In seguito riportiamo quelli principali direttamente dalla fonte:

  • Devi assicurarti che Googlebot possa vedere tutti i tuoi contenuti. Questo significa che il tuo sito sullo smartphone e il tuo sito sul desktop devono incorporare le stesse risorse e gli stessi contenuti. Utilizza gli stessi meta tag robot in entrambe le versioni del tuo sito. Non implementare il caricamento pigro sulle vostre pagine di contenuti primari perché Googlebot non innescherà interazioni con l'utente, quindi corri il rischio che i contenuti non vengano visti. Inoltre, se vuoi che Google effettui il crawling dei tuoi URL (specialmente se differiscono tra le diverse versioni del tuo sito), controlla di non disabilitare il crawling di questi URL con il tuo robots.txt.file.
  • I contenuti del tuo sito sullo smartphone e sul tuo sito desktop devono essere gli stessi. Dopo il marzo 2021, Google indicizzerà soltanto i contenuti del tuo sito mobile. Ciò significa che tutti i contenuti ottimizzati sul tuo sito desktop perderanno il loro potere di posizionamento se non sono uguali a quelli del tuo sito mobile.
  • Assicurati di aver seguito le best practice per le immagini e i video suggerite da Google. Questo significa che devi renderti conto della qualità delle tue immagini e della qualità dei tuoi video, assicurarti che gli alt tag delle tue immagini siano significativi e controlla se gli URL delle immagini sul tuo sito desktop possono essere riportati sul tuo sito mobile. Devi verificare se i sistemi di indicizzazione video di Google possono indicizzare i tuoi video e se le immagini e i video sul tuo sito mobile sono facili da trovare.

Essere sempre aggiornati sui cambiamenti degdegli algoritmi di Google significa essere sempre davanti alla concorrenza nelle ricerche. Hai qualche dubbio sul posizionamento del tuo sito? Pensi che non funzioni correttamente?

Contattaci, ti aiutiamo a risolvere i tuoi dubbi e a trovare la soluzione migliore per aumentare la tua visibilità sui motori di ricerca.

Scrivici un messaggio.

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Invalid Input

Contatti

  • +39.02.94.75.11.74
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Indirizzo

  • Via Savona, 125
    20144 Milano

Orari

  • Lunedì - Venerdì
  • 08:30 - 18:00
3Bit Srl - C.F. & P.IVA 07819030961 - Via Savona 125, 20144 Milano

Iscriviti gratis alla nostra Directory